25.11.2021    26.11.2021    27.11.2021    28.11.2021   

Eppideis

Orario: 20:45 - Ingresso: 16,00 €

Eppideis_Laviano

Eppideis 

di e diretto da Rosario Palazzolo 

con Silvio Laviano

scene e costumi Mela dell’Erba 

musiche originali e effetti sonori Gianluca Misiti 

luci Gaetano La Mela
assistente alla regia Gabriella Caltabiano

Produzione Teatro Stabile di Catania

Menzione speciale Premio Internazionale Drammaturgico Carlo Annoni 2021

Eppideis è l'ultimo atto di una Trilogia dell’Espiazione, che intende approfondire, partendo dal tradimento della categoria maschile/femminile e all’interno del concetto di iper rappresentazione, il tema del senso di colpa e del fallimento. 

Gioni è una ragazzina di tredici anni, felice, solare, oltremodo empatica, che vive nel mondo edulcorato e scintillante dei meravigliosi anni Cinquanta, dentro la cornice immaginifica del telefilm Happy Days. Però è una bugia.

Note dell'autore

Eppideis è uno spettacolo atipico, forse il più atipico dei miei spettacoli atipici, e ciò principalmente perché offre la mia versione scritta, detta, rappresentata del fallimento inteso come fallimento della creazione artistica, intesa come realtà, intesa come l’insieme dei dispositivi narrativi che adoperiamo per restare in vita nel mentre che moriamo, e del resto Eppideis, in greco antico significa Apprendimento, e l’apprendimento genera la consapevolezza, e la consapevolezza non può che determinare una fine, e sarà la fine della rappresentazione, in questo caso, e perciò mi sporgerò inesorabilmente verso un me stesso ipotetico, e contesterò l’invenzione, travalicherò la catarsi, soprattutto quella indotta o mitigata dalla comprensione piena delle cose, ché le cose, per come le sento io, sono formule esistenziali stridenti, traboccanti di poco, che provano a stabilire connessioni fragilissime e disincantate con la realtà, e con chi, nella realtà, intenda girare nella giostra del dubbio insieme al personaggio sulla scena, immedesimandosi in lui, interrogandosi sulla sua ricerca, per poi giudicarla, boicottarla, irriderla, piantarla su una croce qualsiasi, e tornarsene a casa, con quel bel tipico peso alla bocca dello stomaco. E in effetti, ciò di cui andiamo alla disperata ricerca, quello che più agogniamo, è una specie di alter ego sciagurato a cui far vivere le peggiori peripezie, col patto che ci lasci tutta la meraviglia. 

Rosario Palazzolo è drammaturgo, scrittore, regista e attore. Per il teatro ha scritto, fra gli altri: Ciò che accadde all’improvviso (2006), I tempi stanno per cambiare (2007, con Luigi Bernardi), Ouminicch’ (2007), 'A Cirimonia (2009), Letizia forever (2013), Portobello never dies (2015, Premio Napoli Teatro Festival), L’ammazzatore (2018), e la trilogia Santa Samantha Vs – sciagura in tre mosse, che comprende gli spettacoli Lo zompo (2016), Mari/age (2016) e La veglia (2018). Vincitore del 18° festival internazionale del teatro di Lugano, nel 2016 è stato insignito del premio nazionale della critica (ANCT) per la sua attività di drammaturgo. Negli anni la sua scrittura è stata oggetto di studio presso alcune università italiane e europee, con approfondimenti monografici e tesi di laurea. Per la narrativa ha scritto la novella L’ammazzatore (2007), e i romanzi Concetto al buio (Perdisa Pop, 2010), Cattiverìa (Perdisa Pop, 2013), La vita schifa (Arkadia, 2020), selezionato al premio Strega. Per il teatro ha pubblicato Iddi – Trittico dell’ironia e della disperazione (2016) con Editoria & Spettacolo, e Santa Samantha Vs – sciagura in tre mosse (2019), per le edizioni Il Glifo. 
Lo spettacolo 'A Cirimonia, di Rosario Palazzolo, diretto e interpretato da Enzo Vetrano e Stefano Randisi, ha vinto il Premio Nazionale della Critica.

25, 26, 27, 28 Novembre - ore 20,45
Ingresso €16 - Ridotto €12
>>Prenotazione obbligatoria.

Lo spettacolo fa parte dell'iniziativa MILANO CHE SPETTACOLO e del progetto La Stanza degli Ospiti, in collaborazione con Linguaggicreativi.

TESSERA
Per accedere agli spettacoli è necessario avere la tessera associativa del Teatro della Contraddizione. La tessera è gratuita e va richiesta almeno 24 ore prima dell'evento cui si vuole partecipare.
Per richiedere la tessera: http://www.tesseramentocontraddizione.it

GREEN PASS
Per accedere agli spettacoli è necessario il green pass.


info e prenotazioni: 025462155 - prenotazioni@teatrodellacontraddizione.it


otto per mille ltprogetto sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese