30.05.2021   

Ritorno alla Contraddizione

Orario: 20:30 - Ingresso: 15,00 €

ritorno alla contraddizione

> domenica 30 maggio, ore 20,30

Il Teatro della Contraddizione riapre, per un giorno, portando alla vostra attenzione il lavoro visionario, anti-formale, innovativo e carnale, della coreografa internazionale Gabriella Maiorino.

Una riapertura di un solo giorno che per noi, più di tutto, significa riprendere un contatto, per salutarci, prima del prossimo vero inizio. 

Per questo apriamo con una proposta di qualità e con due azioni che ci metteranno in relazione per tornare alla Contraddizione. 

Un modo di stare insieme meticcio, fuori dagli schemi di un Teatro.


Ingresso €15 – Ridotto €12

Prenotazione obbligatoria.


3 ALONE, 10 TOGETHER, 2 WITH YOU IN MY MIND

di e con Gabriella Maiorino

in collaborazione con il pubblico

coproduzione Sosta Palmizi


Con un’anima estremamente sperimentale, “3 alone, 10 together, 2 with you in my mind” è un piccolo studio sul nulla, dove il dialogo con il vuoto prima e con il pubblico poi sono al centro del discorso scenico.

Il lavoro è un conciso manifesto fisico che prende schiettamente posizione contro il concettualismo della scena contemporanea. Più che concetti nel solo emergono domande, riflessioni, suggestioni e reazioni.

L’artista lavora a partire dall’assenza di elementi (coreografia, musica, drammaturgia, scenografia ) ma nutre un’assoluta fiducia nella capacità della sua audience di ricostruire, reinventare o, eventualmente, spiegare ciò che lei, l’artista, non sa, non conosce.


20 - 20

coreografia Gabriella Maiorino

danza Francesca Mazzoni, Elisa Quadrana

musica Giovanni Cavalcoli

coproduzione Sosta Palmizi


Nel 2020, a 10 anni dalla nascita di Kunikuli - spettacolo breve nato nel 2010 tra Belgio ed Olanda, mostrato al pubblico ed insegnato nelle accademie numerosissime volte negli anni in giro per l’Europa - abbiamo dato vita a “20-20”, partendo dalla stessa suggestione che in Kunikuli era centrale: una coreografia estremamente fisica, semplice nel suo impatto e complessa nel suo vocabolario fisico, che ponesse sulla scena la concretezza e la forza di impatto dell’energia esplosiva femminile.

Il nostro lavoro è stato quello di ripartire solo idealmente da quel materiale per rielaborarlo e trasformarlo radicalmente alla luce di nuovi tempi e di una nuova riflessione, completamente fisica, sul femminile, tema per noi centrale, prendendolo da punti di vista e con spunti anche molto diversi tra loro. Il desiderio che ci ha guidate è stato quello di esplorare quale linguaggio, quale presenza fisica e quale atmosfera ci può proiettare in una nuova contemporaneità. Cos’è un duetto femminile? Cos’è, se esiste, il “genere”, da un punto di vista squisitamente fisico e dinamico? Come si abita lo spazio – dalla strada, al negozio, al foyer, al teatro – utilizzando solamente due corpi, la loro relazione spaziale, geometrica, coreografica, e l’ essenziale energia cinetica sprigionata dai corpi? 
Con quale vocabolario, accenti e sottrazioni vogliamo esprimere questa nuova danza che nasce dal nostro passato e che ci proietta in un tempo che ci stordisce, ci incalza con domande forse ancora non comprensibili, ma non ci toglie nemmeno per un momento la necessità di essere in movimento con cuori, menti, corpi ancora una volta in gioco?


BALLO InSUBORDINATO, azione musicale a cura del gruppo Bluklein

Il meglio dei Blue Klein infangato dalla nostra voglia di relazione, messo in gioco insieme a voi. Un ballo sfrenato, ma seduto. Balliamo il ballo che non si può ballare, depistiamo il divieto fermando le gambe e lanciando per aria il resto del corpo. Un ballo distanziato, legale ma allo stesso tempo insubordinato.


DISPENDIO IMPRODUTTIVO, azione urbana a cura di Maria Carpaneto

Una coreografia famosa trasmessa al pubblico e portata all'esterno, come una processione per celebrare la fine della barbara e cieca produttività. Un gesto inutile e comunitario per ribadire l'importanza di tutto ciò che è stato considerato superfluo, non necessario.


Ingresso €15 – Ridotto €12
Prenotazione obbligatoria.

Ingresso riservato ai soci


>> Tesseramento gratuito ma necessario: http://www.tesseramentocontraddizione.it


Infoline e prenotazioni: 025462155 - prenotazioni@teatrodellacontraddizione.it


Nel rispetto del Protocollo Anti Covid, per le richieste di prenotazione abbiamo bisogno di ricevere

- nome, cognome e recapito telefonico di ogni persona

- segnalazione nel caso vi siano persone congiunte; se è possibile cercheremo di accomodarle vicine

- i non congiunti devono avere un posto singolo

- per evitare assembramenti è consigliato ritirare i biglietti con anticipo